20 Settembre 2017
immagine di testa


Settori ACSI

ACSI FIRMA LA CONVENZIONE CON LA FEDERAZIONE ITALIANA TENNIS TAVOLO insieme con gli altri EPS

28-06-2017 17:22 - News Generiche
La mattina del 28 giugno, nella Sala Giunta del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, la Federazione Italiana Tennistavolo ha fatto la storia. Per la prima volta, infatti, una Federazione ha firmato una Convenzione Quadro con quasi tutti gli Enti di Promozione Sportiva (EPS). È intervenuto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che ha portato un saluto di benvenuto a tutti i presenti, accompagnato dal segretario generale, Roberto Fabbricini, e dal responsabile della Preparazione Olimpica, Carlo Mornati.

A firmare la Convenzione sono stati il presidente Renato Di Napoli, in rappresentanza della FITeT, e i suoi omologhi del Centro Sportivo Italiano (CSI), Vittorio Bosio, dell´Associazione Italiana Cultura e Sport (AICS), Bruno Molea, dell´Associazione di Cultura Sport e Tempo Libero (ACSI), Antonino Viti, delle Attività Sportive Confederate (ASCS Sport), Luca Stevanato, delle Polisportive Giovanili Salesiane (PGS), Ciro Bisogno, dell´Organizzazione per l´Educazione allo Sport (OPES), Alessandro Battisti, del Centro Sport Educativo Nazionale (CSEN), Francesco Proietti, dell´Unione Sportiva Acli, Damiano Lembo, del Centro Sportivo Nazionale Libertas, Luigi Musacchia, e del Movimento Sportivo Popolare (MSP), Gianfranco Luppattelli. Il presidente del Centro Sportivo Aziendali Industriali (CSAIN), Luigi Fortuna, non è potuto intervenire, ma aderirà all´accordo.


Federazione ed Enti con questo atto hanno stretto un patto associativo, per lo sviluppo della disciplina del tennistavolo, nell´interesse dei praticanti, dell´associazionismo di base e delle comunità locali. S´impegnano dunque a svolgere tutte le iniziative necessarie per sviluppare con le Istituzioni, gli Enti locali, le Scuole, ecc., una comune azione per una più razionale utilizzazione degli impianti sportivi pubblici, per favorire la promozione dell´attività sportiva nella scuola e la piena utilizzazione degli impianti sportivi scolastici. Faranno altresì il possibile per promuovere la conoscenza e la divulgazione e la pratica del tennistavolo, attraverso dibattiti, seminari, corsi e manifestazioni.

«Fin dal giorno dell´insediamento del nuovo Consiglio Federale - spiega il presidente Di Napoli - il rafforzamento dei rapporti con gli Enti di Promozione Sportiva è stato vissuto come una delle priorità assolute. I molteplici contatti instaurati con i vari presidenti hanno preparato il terreno per la definizione di un accordo quadro nell´ambito del quale tutte la parti coinvolte potessero trovare un terreno d´azione che permettesse di operare nell´interesse del nostro sport e nel rispetto reciproco. È nata la convenzione che oggi abbiamo avuto il piacere di firmare tutti insieme e che rappresenta uno strumento di collaborazione di grande importanza. In più occasioni ho avuto l´opportunità di partecipare a manifestazioni, fra le quali i Campionati Nazionali, organizzati dai vari Enti e ho sempre potuto apprezzare delle realtà caratterizzate da elevati numeri di partecipanti, tutti accomunati da una spiccata passione di base per la pratica pongistica. Sono convinto che lavorare nella stessa direzione sarà per tutti un motivo di grande gratificazione e che il tennistavolo potrà trarre dall´impegno di ognuno di noi lo spunto per crescere e per acquisire sempre maggiore credibilità nel panorama sportivo italiano. L´invito che rivolgo ai presidenti che oggi hanno deciso di firmare con noi, facendosi portavoce dei loro movimenti, è di essere dei compagni di viaggio desiderosi di condividere un percorso, avendo come unico obiettivo il bene del tennistavolo. Abbiamo aperto una strada e chi al momento abbia scelto di non aderire deve sapere che le porte rimarranno sempre aperte, in vista di un eventuale ripensamento futuro. Non è mai troppo tardi per dare il proprio contributo a una buona causa».

Sia a livello nazionale sia territoriale, all´inizio di ciascuna stagione agonistica, nel rispetto delle normative vigenti e inerenti la privacy, la FITeT e gli EPS si scambieranno informazioni circa la mappatura, geografica e numerica, delle rispettive realtà associative.

Fatta comunque salva la facoltà dell´affiliazione e tesseramento sia alla sola FITeT sia al solo EPS, senza che ciò comporti penalità di alcun genere o discriminazioni, le modalità di reciproca partecipazione dei rispettivi atleti all´attività sportiva agonistica di prestazione organizzata dalle Parti sarà regolata sostanzialmente mediante il "doppio tesseramento"

Per quanto riguarda l´eventuale affiliazione alla FITeT, le Società Sportive degli EPS, se in possesso dei requisiti statutari previsti, potranno essere affiliate pagando, solo per il primo anno, la quota annua scontata del 50%, previo invio alla FITeT dell´attestazione di affiliazione all´EPS. Lo stesso dicasi in caso di affiliazione di società FITeT agli EPS.

In alternativa all´affiliazione, le Società Sportive affiliate agli EPS che non presentino i requisiti statutari previsti, potranno aderire ai programmi sportivi amatoriali e/o promozionali della FITeT attraverso la procedura di "aggregazione", secondo le norme di volta in volta previste dai regolamenti federali.

Ai tesserati delle società EPS aggregate alla FITeT potrà essere rilasciata, se richiesta e secondo le procedure di volta in volta previste dai regolamenti federali, una specifica "tessera amatoriale" per mezzo della quale potranno partecipare alle attività amatoriali e/o promozionali organizzate dalla FITET.

I termini "Campionato Italiano" e "Campione Italiano" (individuale o a squadre) per tutte le categorie e, in riferimento all´attività internazionale, "Squadra Italiana" o "Nazionale" (Atleti Azzurri), potranno essere utilizzati esclusivamente dalla Federazione Italiana Tennis Tavolo. Gli EPS potranno adottare i termini "Campionato Nazionale...." e "Rappresentativa Nazionale .....".

Gli EPS potranno organizzare manifestazioni agonistiche (Campionati Provinciali, Regionali e Nazionali degli Enti). In questo caso sarà consentita la partecipazione di tesserati FITeT esclusivamente nel caso del tesseramento degli stessi anche agli EPS.

A inizio di ogni stagione sportiva, e comunque entro e non oltre il 15 luglio di ciascun anno, gli Organi Nazionali della FITeT dovranno comunicare agli EPS, non appena stabilite, due date del proprio Calendario Nazionale, libere da altri eventi ufficiali che siano in conflitto con l´attività degli Enti, all´interno delle quali gli EPS potranno inserire i campionati nazionali di loro competenza evitando, dunque, che le stesse coincidano con altri eventi nazionali FITeT. A tal proposito gli EPS che decideranno di utilizzare una delle suddette date per lo svolgimento dei rispettivi campionati nazionali, dovranno dare specifica comunicazione alla FITeT entro il 30 ottobre di ogni anno affinché il calendario nazionale FITeT possa essere aggiornato, comprendendo gli eventi degli EPS, e pubblicizzato tra tutti gli affiliati/aggregati. Gli Organi territoriali della FITeT e degli EPS, ove possibile, procederanno con le medesime modalità. Nel rispetto del principio di reciprocità, anche gli organi nazionali e territoriali degli EPS s´impegneranno ad aggiornare i propri calendari, inserendo le date di svolgimento dei campionati italiani/regionali della FITeT.

Gli EPS faranno partecipare delle proprie rappresentative al "Campionato Nazionale degli Enti di Promozione Sportiva", evento che la FITeT ospiterà annualmente all´interno dei propri Campionati Italiani di categoria.

La formazione dei quadri tecnici del tennistavolo è di esclusiva competenza della FITeT, la quale, tuttavia, potrà, previo specifico accordo, avvalersi delle strutture centrali e/o periferiche, degli EPS per l´organizzazione dei corsi. In tal caso la FITeT potrà prevedere la partecipazione di tesserati EPS ai propri corsi di formazione per tecnici sportivi di primo livello.



digita i codici di sicurezza, se più di uno separati da uno spazio



[Realizzazione siti web www.sitoper.it]