16 Luglio 2020
News Settori ACSI

NEWS FISCALI, GIURIDICHE, AMMINISTRATIVE MARZO 2015

06-03-2015 17:00 - News Generiche
Di seguito sono riportate alcune info amministrative relative al mese di Marzo 2015:
1) Adempimenti del mese di Marzo
2) I Requisiti fondamentali da inserire nello statuto
3) Libri sociale di un ente non commerciale



ADEMPIMENTI MESE DI MARZO
9 Marzo
termine ultimo invio telematico Certificazione Unica 2015

15 Marzo
annotazione dei corrispettivi e dei proventi del mese precedente

16 Marzo
versamento ritenute d´acconto sui compensi mese precedente per gli sportivi, bande musicali ecc. eccedenti € 7500;

versamento contributi previdenziali alla gestione separata INPS sui compensi corrisposti nel mese precedente ai collaboratori assimilati a lavoratori dipendenti (co.co.pro.) ed ai collaboratori occasionali che hanno superato la soglia di 5.000 € di reddito netto (6.250 € il lordo) nel corso di un anno solare.

versamento IVA mensile Mese di Febbraio e versamento IVA trimestrale per chi ha optato per la Legge 398/91;

31 Marzo
presentazione modello EAS in caso di variazione dei dati indicati e già trasmessi nel precedente invio telematico;

pagamento della Tassa AAMS per la detenzione di apparecchi con vincita in denaro.



I REQUISITI FONDAMENTALI DA INSERIRE NELLO STATUTO:

Assenza di fini di lucro
Significa che gli utili e gli avanzi di gestione vengono usati per lo svolgimento delle attività statutarie o ad incremento del patrimonio; a tal fine deve essere vietata la distribuzione, anche in forma indiretta, di utili e avanzi di gestione, nonché fondi e riserve, in favore di amministratori, soci, partecipanti, lavoratori o collaboratori.

Rispetto del principio di democrazia interna
Significa che ogni socio ha diritto a candidarsi e può essere eletto a qualsiasi carica interna; che ogni socio ha diritto di voto; che devono essere previste idonee forme di pubblicità delle convocazioni, delle delibere e dei Rendiconti; che i criteri di ammissione/esclusione dei soci siano uguali.

Disciplina del divieto per gli amministratori di ricoprire cariche sociali in altre società e associazioni nell´ambito della medesima disciplina
Significa che il Legale Rappresentante dell´Associazione X non può ricoprire cariche elettive anche nell´Associazione Y per conflitto di interessi. Questo servirà per una maggiore democrazia interna alle Associazioni (evitando che siano sempre le stesse persone a gestire la vita associativa), sia per disincentivare atteggiamenti lucrosi.

Gratuità degli incarichi degli amministratori
Significa che tutte le cariche elettive siano svolte in maniera gratuita. Ciò è legato all´assenza dei fini di lucro. Se vi fosse un vantaggio economico nel creare e gestire una Associazione sarebbe assimilabile a qualsiasi attività lavorativa-commerciale e diverrebbe un reddito.

Obbligo di rendicontazione
Significa che l´Associazione ha l´obbligo di rendicontare le entrate e le uscite a seconda della scelta dell´esercizio (solare o sportivo). L´approvazione del rendiconto dovrà essere effettuata tramite adunanza entro e non oltre 120 giorni dalla chiusura dell´esercizio tramite verbale assembleare.

Devoluzione del patrimonio in caso di scioglimento
Significa che se sei il Presidente di un´Associazione con un Patrimonio di Valore, non devi poter trarre vantaggio dallo scioglimento e sei obbligato a destinare tale patrimonio ad un´altra Associazione che abbia finalità statutarie simili.


I LIBRI SOCIALI DEGLI ENTI NON COMMERCIALI
Le Associazioni possono adottare la tenuta dei seguenti libri sociali:
LIBRO SOCI
LIBRO VERBALI CONSIGLIO DIRETTIVO
LIBRO VERBALI ASSEMBLEE
LIBRO VERBALI ALTRO ORGANO SOCIALE
LIBRO VOLONTARI

LIBRO SOCI: il Libro Soci deve riportare i dati anagrafici in termini cronologici degli associati. In questo libro bisogna annotare la decadenza del socio e l´iscrizione dei nuovi.

LIBRO VERBALI CONSIGLIO DIRETTIVO: il Libro Verbali del Consiglio Direttivo deve riportare le verbalizzazioni degli incontri dello stesso, in merito alle discussioni effettuate e le decisioni prese sui diversi ordini del giorno firmate dal Presidente e dal Segretario della seduta, opportunamente approvate dallo stesso Organo sociale.

LIBRO VERBALI ASSEMBLEE: il Libro Verbali delle Assemblee deve riportare le verbalizzazioni degli incontri delle stesse in merito alle discussioni effettuate e le decisioni prese sui diversi ordini del giorno firmate dal Presidente e dal Segretario della seduta, opportunamente approvate dallo stesso Organo sociale.

LIBRO VERBALI ALTRO ORGANO SOCIALE: il Libro Verbale di ogni altro Organo Sociale definito a livello statutario deve riportare le verbalizzazioni degli incontri in merito alle discussioni effettuate e le decisioni prese sui diversi ordini del giorno.

Tali libri non sono soggetti ad obbligo di vidimazione che fanno riferimento agli artt. da 14 a 36 del c.c..

Naturalmente la tenuta di questi libri sociali ha una duplice funzione:

la prima funzione è quella di trasparenza nei confronti dei soci in termini di partecipazione e di condivisione degli atti decisionali dell´organizzazione.

la seconda è quella di documentazione verso terzi soprattutto per le organizzazioni senza personalità giuridica in termini di garanzia e di responsabilità degli atti decisionali assunti dalla stessa.

LIBRO VOLONTARI: il Libro dei Volontari deve riportare i dati anagrafici dei volontari dell´associazione che prestano attività e azioni di volontariato per conto dell´associazione con le stesse modalità di tenuta del libro soci.

Tali libri sociali, come le scritture contabili, possono essere vidimati soltanto da un notaio nel caso si scelga tale opzione.


Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account